NERDI Orafi- Una Bottega Orafa dal 1948

NERDI Orafi- Una Bottega Orafa dal 1948

Firenze-  Nascosto dietro Ponte Vecchio, in un vicolo tra la Chiesa di S. Stefano e gli Uffizi, il tempo si è fermato.

Benvenuti alla Casa dell’Orafo, un luogo incantato dove l’atmosfera del Rinascimento rappresenta la quotidianità.

Qui, al piano terra di un palazzo dalle ossature medievali, è situato Nerdi Orafi, raro esempio di autentica bottega artigianale, ancora esistente.
Il sapore della tradizione trova la misura qui, della qualità e della finezza delle lavorazioni che da sole, descrivono la bellezza dei gioielli realizzati.

I protagonisti della Bottega Nerdi non amano essere fotografati, i GIOIELLI parlano da soli.

lavoro4 - Copia

Courtesy of Nerdi Orafi Firenze

La bottega Nerdi nasce nel 1948, dal lavoro indomito delle abili mani di un maestro incisore che continua  tutt’oggi, alla soglia degli 80 anni, a stupire per la sua dinamicità ed attenzione al dettaglio delle creazioni.

La trasmissione dei segreti artigianali, sapientemente centellinati dal maestro ai familiari, sono stati trasmessi sulla base di una dimostrata ed autentica vocazione.
La bellezza è rimasta in famiglia, grazie  alla nuora, esempio, quest’ultima, di una particolare attitudine al disegno ed al restauro, capace dunque, di restituire alla vita, capolavori che avrebbero altrimenti rischiato di restare imprigionati all’interno delle due dimensioni.
Nerdi Orafi, un autentico laboratorio in cui gli attrezzi dell’arte lasciano scoprire la raffinatezza, tutta manuale, della combinazione di molti saperi, quali l’INCISIONE, delicata operazione di rimozione di materiale seguendo un disegno creato ad arte, che incide i motivi e monogrammi prescelti, con ciappole e bulini sul metallo;
l’INCASSATURA delle pietre con uno sguardo che mantiene intatta la coerenza tra taglio della pietra e design del gioiello ed infine la messa a misura, l’infilatura sino alle lavorazioni che affondano le loro radici nella storia etrusca da cui, oltre al disegno, si trae talvolta ispirazione per l’estetica del metallo, il cui colore è rintracciabile in una commistione di metalli dal diverso grado di purezza.

Si lavora l’argento, ma soprattutto l’oro, le pietre preziose a cui si aggiungono gemme e coralli.

188

Courtesy og Nerdi Orafi Firenze

Non può mancare la tecnica della MARTELLATURA del METALLO, che viene battuto a mano impreziosendone la texture sulle parti lineari, sino alle componenti più minute, quali gli anelli delle catenelle.

La parola “collezione” non fa parte del vocabolario di NerdiOrafi.
E’ evidente che la creatività ed il sapere non mancano, ma nella scelta di non sottoporre la creazione orafa ad una segmentata produzione di oggetti, sta il sapore dell’unicità, il concetto di PEZZO UNICO.

Un gioiello su commissione, raffinato ed esclusivo per esser stato fatto su misura e sulla base delle esigenze di un cliente, di cui sono stati interpretati i desideri che hanno portato allo schizzo, da cui si è realizzato  il prezioso immaginato.
Questo ESCLUSIVA ATTENZIONE AL CLIENTE che è, in primis, interlocutore delle fini realizzazioni della bottega Nerdi, riporta in auge l’antico rapporto che esisteva tra ARTIGIANO e COMMITTENTE.

Quest’ultimo affidava il lavoro all’artista artigiano, lasciando alla sua maestria il “da farsi” sulla base di una fiducia, contratta dai crediti riscossi dei manufatti eseguiti.

Courtesy of Nerdi Orafi Firenze

Courtesy of Nerdi Orafi Firenze

L’arte orafa fiorentina deve, il fatto di esser conosciuta in tutto il mondo,  ai meriti che gli artigiani di questo stampo hanno saputo acquisire, facendo proprie le lezioni dei maestri del passato, dall’arte sacra realizzata all’interno dei monasteri, per proseguire nella bottega orafa, affiliata all’Arte della Seta nel 1322.

Artisti del calibro di Brunelleschi, Ghiberti, Donatello, Botticelli, Ghirlandaio sino a Benvenuto Cellini che nel 1565 compose il Trattato dell’Oreficeria, tennero il loro apprendistato in questo tipo di botteghe.

Non è casuale che il laboratorio Nerdi si trovi, pertanto, all’interno di questo palazzo, “La Casa dell’Orafo”, che da ex-monastero divenne, per volontà del Granduca Francesco I de’ Medici, un centro dedito all’arte orafa,  dove furono riunite tutte le specializzazioni artigianali capaci insieme di portare alla luce la bellezza di gioielli, ancora oggi visibili in molti dei famosi dipinti e ritratti, presenti alla Galleria degli Uffizi.

Nerdi Orafi, oggi, è lieto di raccontare agli ospiti, la storia della bottega e far prendere visione di alcune delle più antiche lavorazioni orafe, rendendosi disponibile su prenotazione a mostrare l’attività della bottega a piccoli gruppi di appassionati e turisti.
Le nostre mani lavorano giorno dopo giorno, alla ricerca della perfezione e dell’unicità.  La tradizione artigiana, il restauro e la creazione di gioielli sono le fondamenta della nostra attività. Un patrimonio che affascina e si rinnova.

Numerosi i nomi celebri e non, che sono passati alla Casa dell’Orafo.
Tutti uniti da quel “fil rouge” che passa  “dall’amore verso l’arte e la storia e che hanno apprezzato gli ingredienti dell’antico  essere artigiani”.
Un’arte che  trova la sua eccellenza nel paradigma “coniato” dai protagonisti di NerdiOrafi:Tradizione, Arte, Passione, Genialità, Pazienza”.

Coordinate: FI, ITALIA Lat. : 41.90022 | Lon.: 12.495431 Alt.: 51 metri